8 ottobre 2019 - 25 gennaio 2020

LEWIS HINE. AMERICAN KIDS

LE INCHIESTE DEL CELEBRE FOTOGRAFO AMERICANO

SULLA CONDIZIONE MINORILE DI POVERI E IMMIGRATI NEGLI STATI UNITI DI INIZIO '900

CON LE FOTO CONSERVATE DALLA LIBRARY OF CONGRESS

 

1/14

Come nel film di Sergio Leone “C’era una volta in America”: in anteprima nazionale l'esposizione  dedicata alle condizioni di vita e di lavoro dei figli degli immigrati (per lo più europei, e tra loro i tantissimi italiani) e delle classi sociali più povere negli Stati Uniti ai primi del ‘900, realizzata con le più belle immagini conservate negli archivi della Library of Congress scattate da Lewis Wickes Hine, il grande maestro americano della fotografia sociale, di ritratto e di reportage che ha ispirato gli autori americani degli anni ’30 (in primis Dorothea Lange) al servizio del governo del New Deal del presidente Franklin Delano Roosevelt. Gli scatti sono tratti dagli archivi, donati al governo degli  Stati Uniti, della National Child Labour Committee, o NCLC, la principale organizzazione privata senza fini di lucro protagonista del movimento nazionale di riforma del lavoro minorile a cavallo tra il XIX e il XX secolo. La sua missione era quella di promuovere "i diritti, la consapevolezza, la dignità, il benessere e l'educazione dei bambini e dei giovani in relazione al lavoro."

L’iniziativa è inserita all’interno di History & Photography, un progetto rivolto al grande pubblico e a scuole e università che ha per obiettivi raccontare la storia con la fotografia (e la storia della fotografia), valorizzare (sia dal punto di vista documentale che estetico) gli archivi fotografici storici pubblici e privati (e i relativi autori, spesso di grande talento ma sconosciuti), rendere le loro immagini fruibili al grande pubblico e ai più giovani, e infine utilizzarle per supportare l’insegnamento della storia contemporanea sia dal vivo che via internet attraverso una serie di proposte innovative sia tradizionali che digitali e via internet.

Per la prima volta in Italia la mostra è “visitabile” via internet anche per i privati: è infatti possibile, per chi non può raggiungere la Casa di Vetro, visionare la selezione di immagini sugli schermi di casa propria pagando un fee in base al numero di spettatori (costo minimo € 20,00 per n. 4 spettatori) tramite un link riservato e una password a tempo. Fa parte del pacchetto un pdf di approfondimento (lo stesso a disposizione in mostra) che racconta non solo le immagini ma anche il loro contesto.

​lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 15:30 alle 19:30 (ultimo ingresso 19:00)

martedì dalle 15:30 alle 22:00

(ultimo ingresso 21:30)

giovedì e domenica chiusa

ingresso € 5,00

A cura di:

Alessandro Luigi Perna

 

Per il progetto:

History&Photography

Una produzione di:

Eff&Ci - Facciamo Cose

Foto di:

Library of Congress